Farro

Caratteristiche

Forse il primo cereale coltivato dall’uomo, l’antichissima storia del farro inizia in Mesopotamia nel 7000 a.C. I greci lo portarono in Italia e diventò presto uno tra gli alimenti principali nell’alimentazione romana. Dopo la scoperta delle Americhe e l’introduzione sul mercato di nuovi prodotti, la diffusione di questa pianta diminuì drasticamente, ma oggi, grazie alla conoscenza delle sue molteplici qualità benefiche, è tornato a essere un cereale di largo consumo, coltivato in tutto il continente, in Italia e in particolare in Toscana.
Il suo aspetto è molto simile a quello del grano e i chicchi della pianta piccoli e duri variano il colore dal marrone chiaro al giallognolo.

Proprietà e Benefici

Le caratteristiche del farro sono molteplici; rispetto al grano duro è molto più digeribile e può essere un ottimo sostituto per chi soffre di problemi intestinali o di digestione.
Il farro è povero di grassi, ma sazia facilmente ed è ricco di fibre e sali minerali, come il potassio e il magnesio, fondamentali per il rafforzamento delle ossa, mentre la presenza delle vitamine A e B fa di questo cereale un alleato prezioso per favorire la salute e la bellezza della pelle.

Tabella Nutrizionale 100gr

Valore energetico:
Kcal127
Grassi
0.9
Proteine
g 5.5
Carboidrati
g26.4